Cerca in YouTube:

Loading...

giovedì 3 agosto 2017

Spiaggia e natura a Bibione

Bibione, località balneare ubicata nella parte orientale di Venezia, nata negli anni ’50, ha saputo diversificare le sue proposte turistiche richiamando varie tipologie di turisti tanto da diventare tra le prime spiagge italiane con 6 milioni di presenze. Svariati i motivi che hanno contribuito a creare queste eccellenza: otto chilometri di spiaggia con una larghezza fino a 400 metri, con servizi come il dermatologo e sei ambulatori di pronto soccorso, la
possibilità di inviare un “SMS Beach Help”
sotto l’ombrellone per l’immediata assistenza. Gli animali sono ben accolti tanto da aver creato una Pet card per usufruire di offerte e vantaggi. Continua l’iniziativa “smoke free” sull’arenile dopo l’ottimo successo avuto a partire dal 2014. Per potenziare l’aspetto legato alla
salute è possibile usufruire delle Terme a fronte mare che offrono terapie termali, trattamenti wellness e SPA, anche per i bambini. Per gli appassionati del movimento esistono oltre 100 chilometri di piste ciclabili che permettono di scoprire
luoghi incantevoli della laguna, lungo le foci dei fiumi o nell’entroterra, in una natura rimasta incontaminata
grazie ad una politica d’interventi mirata. Sono 26 le bandiere blu ottenute in maniera consecutiva dal 1996 e la certificazione ambientale EMAS, in un ambiente suggestivo che va dal fiume Tagliamento, al Giardino Mediterraneo con la sua biodiversità, un fitto sistema di canali da Venezia a Trieste, le antiche dimore dei pescatori, dette “casoni”, la valle da pesca di Valgrande, un sito di Importanza Comunitaria. Bibione è in generale un vero paradiso
per coloro che praticano gli sport: nuoto, windsurf,
surf casting, Stand Up Paddle, kayak e pallavolo. Il Bibione Sport Village, su un’estensione di 5000 mq, dispone di campi da beach volley, beach tennis, tanto da garantire l’organizzazione di molteplici eventi sportivi internazionali. Molto soddisfacente è anche la rete di strutture ricettive con 10 mila appartamenti, campeggi, villaggi e hotel di ogni categoria, ristoranti nei quali è possibile gustare le molteplici specialità enogastronomiche che si avvalgono dei pregiati prodotti ortofrutticoli come l’asparago bianco, accompagnandole con vini Doc della località Lison-Pramaggiore. Un recente educational tour ci ha permesso di testare tutto ciò che è stato illustrato. Muniti di biciclette è stato molto
piacevole percorrere la ciclabile che costeggia il mare per arrivare al faro, dove è stato possibile passeggiare sulla sabbia osservando in lontananza la laguna. Emozioni uniche quelle offerte dai percorsi nella refrigerante pineta, osservando i campi con la vegetazione lussureggiante. Dopo questa esperienza bucolica ci siamo diretti sulla spiaggia per carpire da coloro che vi svolgono le attività in cosa consista realmente questa palesata operatività: domande a raffica a bagnino, capo animatrice, infermiera laureata, partita in diretta sulla sella di una bici, a
seguito di una richiesta di intervento per il malore di una bagnante. Nel pomeriggio, incontro con il vicesindaco all’hotel Bibione Palace, dal quale abbiamo appreso che ci sarà il progetto di estendere ancora di più la rete di piste ciclabili e poi partenza per la laguna da Porto Baseleghe.
Veramente incantevole risultava dalla barca il contesto lagunare e la vista dei casoni che ci è stato
concesso di osservare da vicino grazie ad una breve sosta. Strutture gigantesche, a forma conica o di parallelepipedo ricoperta da canne fluviali, usate come ricovero dai pescatori. Al termine di questo giro, mentre il sole tramontava irradiando di riflessi argentei la superficie

marine, siamo stati accompagnati presso il rinomato ristorante “Ai casoni”, assaporando in una raffinata location una magica suggestione onirica, oltre a quella offerta dalle pregiate prelibatezze culinarie. Il giorno successivo ci è stato consentito di visitare il family hotel San Michele presso il quale proprietario ci ha mostrato i vari accorgimenti usati per garantire una corretta accoglienza ai baby turisti.. Non poteva mancare una visita al campeggio Capalonga per carpire i segreti di una vacanza in strutture sobrie che garantiscono comunque dei confort al villeggiante in cerca di relax e di una periodo in tutta libertà. La successiva ebbrezza è stata quella della vista panoramica dalla terrazza dell’ hotel Laguna park con una vista che spaziava a 360 gradi su una Bibione prefestiva. A conclusione di questo miniviaggio dietro le quinte di una località balneare di pregio, ci siamo recati presso il Villaggio Internazionale. I bambini che giocavano felici dinanzi alle piazzole, sugli scivoli della piscina o le famiglie che si accingevano al pranzo domenicale in maniera assolutamente gioviale, ci hanno convinti della formula vincente offerta, a livello turistico dalla poliedrica Bibione. Davvero una piacevole scoperta!
                                                         
                                     Giuseppina Serafino