Cerca in YouTube:

Loading...

martedì 25 luglio 2017

Viaggio attraverso le Connessioni a Camogli

Il Festival della Comunicazione di Camogli, giunto alla sua quarta edizione, si pone come un importante punto di riferimento nel panorama culturale nazionale. Viviamo oggi un complesso di culture, tradizioni, storie individuali e collettive, tra loro connesse, che modellano le nostre identità. A livello personale, i nostri sistemi cognitivi procedono per associazioni e connessioni, che rappresentano il tessuto vitale della creatività e dell’immaginazione.La conoscenza si potenzia grazie all’ “essere connessi”,  cioè come capacità di superare i confini del proprio ambito disciplinare,
 ampliando saperi e conoscenze. Da giovedì 7 a domenica 10 settembre, saranno 130 gli esperti che si confronteranno sul tema delle Connessioni , coinvolgendo un pubblico eterogeneo per età, formazione ed interessi.Più di 80 gli incontri, visibili anche in diretta streaming sul sito del festival, con la lectio del presidente del senato della Repubblica Pietro Grasso che darà l’avvio alla kermesse.La manifestazione ideata con 
Umberto Eco, è diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, e si avvale dell’organizzazione del Comune di Camogli e di Frame. Il Premio Comunicazione dopo l’assegnazione dello scorso anno a Roberto Benigni, sarà conferito al divulgatore scientifico Piero Angela.Novità di quest’anno sono le Colazioni, ad un tavolino di un bar del porto di Camogli, dove gli scrittori Andrea De Carlo e Alessia Gazzola, avranno un rapporto più diretto con il pubblico così
come farà il giornalista Massimo Gramellini con la sua “tazzina di parole”. La piazzetta adiacente al porto e il Teatro Sociale di Camogli faranno invece da scenario a tre rispettivi spettacoli e alla proiezione 
in anteprima del film “Due soldati” di Marco Tullio Giordana sul tema della criminalità organizzata. Per ragazzi di diverse fasce di età, sono in programma dieci laboratori che, in un contesto ludico, avvicinano le future generazioni, alle scienze, e alla biodiversità, alle nuove tecnologie, alla robotica e al linguaggio dell’ informatica. Per gli amanti dell’aria aperta, tornano le escursioni in mare “Il cielo stellato sopra di me” con Giacomo Montanari e Walter Riva; “Navigando il promontorio di Portofino” 
con Mario Peccerini e la passeggiata filosofica “Il silenzio dei lecci e il frangersi del mare” con la psicologa Andrée Bella. Gli estimatori dell’ arte invece, ci saranno due mostre in programma: “Fotografando il festival” di Roberto Cotroneo e “Omaggio al mare” di Carlo Rognoni. Il Festival della Comunicazione si avvale di numerose collaborazione: il Teatro Sociale di Camogli, l’Istituto italiano di Tecnologia di Genova; l’Ente Parco di Portofino; l’Area Marina Protetta di Portofino; l’Istituto italiano di Tecnologia di Genova, e della medesima città, il Talent Garden e L’Università degli Studi, il M.U.S.T dell’ Università degli Studi di Pavia, la Scuola Holden; il Gruppo Mauri Spagnol.   

                         Giuseppina Serafino