Cerca in YouTube:

Loading...

martedì 31 maggio 2016

Sempre più Cuba con MSC Crociere

Un prestigioso evento quello tenutosi il 28 maggio presso l'ammiraglia MCS Preziosa, ormeggiata nel porto di Genova, per celebrare Cuba come destinazione ambita,specialmente dal Belpaese. Un appuntamento che
Ambasciatrice Alba Beatriz Soto Pimentel
si inseriva in una due giorni organizzata da Fondazione CasaAmerica assieme all'Ambasciata di Cuba in Italia. Numerosi gli ospiti intervenuti,tra di essi l'Ambasciatrice di Cuba in Italia, Alba Beatriz Soto Pimentel che ha illustrato le particolari attrazioni turistiche e culturali dell'isola caraibica, in cui il sole splende per 330 giorni all'anno. La scelta della prestigiosa location è dovuta allla decisione della compagnia di inserire questa meta accattivante tra le destinazioni crocieristiche. Dopo il primato mondiale su L'Avana ottenuto grazie a MSC Opera che dal 18 dicembre 2015 ha fatto base nella capitale cubana per l'intera stagione invernale, MSC Crociere punta a
raddoppiare l'offerta. Per
rispondere a una domanda in costante crescita, il prossimo inverno MSC Armonia si unirà a MSC Opera duplicando il numero di itinerari in partenza dall'isola cubana nel Mar dei Caraibi. Il Programma Rinascimento ha consentito di rinnovare completamente le due navi e MSC Opera potrà rimanere a L'Avana anche per l'estate 2017 e per l'inverno successivo. Cuba è un aggregatore
naturale di bellezze paesaggisti che nelle spiagge incontaminate e nella sua natura lussureggiante ne fanno uno dei luoghi più desiderati nell'immaginario  
collettivo. L'isola di Cozumel, nella penisola dello Yucatan messicano, offre lo spettacolo delle rovine Maya a Tulum; i viaggiatori possono fare snorkeling con le tartarughe di mare. Nella Baia di Montego, costa nord ovest della Giamaica è piacevole fare rafting sul fiume Martha Brae, un tour nella vecchia piantagione della tenuta Good Hope A Georgetown; nelle isole Cayman è consigliabile prendere un catamarano verso la barriera corallina e soffermarsi sulla bianchissima spiaggia di Seven Mile, sulla costa ovest delle Grand Cayman. Se ciò non bastasse:" L'architettura cubana è la sua musica 
trasformata in pietra", diceva lo scrittore cubano Alejo Carpentier.
"Siamo stati i primi a cogliere l'opportunità di proporre Cuba come destinazione crocieristica e il mercato ci ha premiato perchè la risposta dei viaggiatori è stata formidabile" ha affermato Leonardo Massa, Country Manager MSC Crociere Italia. "Abbiamo quindi deciso di investire su questa destinazione con un'offerta più ricca, stiamo implementando i pacchetti Fly&Cruise dall'Italia. Siamo sicuri che Cuba resterà nel cuore di tutti i nostri crocieristi che coglieranno l'opportunità di una scoperta e di un arricchimento culturale".
                                     Giuseppina Serafino


.

domenica 29 maggio 2016

La grande festa della Riviera Romagnola e Marchiana

Venerdì 1 luglio, e per tutto il week end, una contagiosa atmosfera di festa si snoderà lungo 160 chilometri di Riviera adriatica, da Comacchio a Senigallia per l’ undicesima edizione della Notte Rosa. Tutti i luoghi
Comacchio- Treponti

simbolo (dai Trepponti di Comacchio alla Rocca di Gradara, passando per il Grand Hotel e il Ponte di Tiberio a Rimini e il grattacielo di Cesenatico) si illumineranno di rosa pronti a dare il benvenuto agli oltre 2 milioni e mezzo di ospiti. Tra i protagonisti di quest’anno ci saranno Carmen Consoli, I Nomadi, Ron, Alberto Fortis, i finalisti di Italia’s Got Talent, i Dear jack e Fabio Concato. Tanti anche gli appuntamenti per i bambini da Masha &Orso a Bellaria Igea Marina alle Winx a Castel Sismondo a Rimini.
Ponte di Tiberio
Il Misano World Circuit di Misano Adriatico ospiterà la nona edizione del World Ducati Week, il raduno mondiale Ducati che quest’anno coincide con i 90 anni della fondazione dell’azienda. Per questa occasione, Ducati ha realizzato lo Scrambler Shocking, una livrea speciale dedicata alla Notte Rosa; migliaia di motociclisti partiranno dall’Autodromo di Misano per raggiungere l’Aquafan di Riccione dove è in programma lo Scrambler Party.
A Gabicce Mare, nel Cortile d’Onore della Rocca di Gradara, verrà messa in scena lo spettacolo “Dei Mesi Scolpiti” che ripercorre la storia delle figurazioni dei mesi nella produzione della scultura medioevale italiana partendo da Esiodo per concludersi con un capolavoro assoluto di Paolo Volponi.Per il secondo anno, main sponsor della Notte Rosa è Carta BCC, brand di Iccrea Banca (l’Istituto centrale del Credito Cooperativo).
Rimini- Fontana 4 cavalli
“Dal 2006 ad oggi –sottolinea Andrea Corsini, Assessore Regionale al Turismo dell’ Emilia Romagna-la Notte Rosa ha saputo imporsi nell’offerta italiana di eventi estivi per la sua originalità e atmosfera, grazie anche al virtuoso gioco di squadra tra regione,Comuni della Riviera Romagnola e operatori privati. Per il secondo anno anche le vicine Marche saranno protagoniste all’insegna del divertimento per tutti”.
Un vero e proprio Capodanno dell’Estate italiana da vivere nella splendida cornice della generosa Riviera adriatica.

                                     
Giuseppina Serafino

giovedì 26 maggio 2016

Explorando… dal Duomo alla Mole


Un itinerario di quattro giorni per cicloamatori,, lungo una futura via ciclabile che unisce i parchi e le aree metropolitane di Torino e Milano, è il fulcro della terza
edizione di Explorando. Si va attraverso le alzaie dei canali tra Piemonte e Lombardia, tra Po e Ticino, lungo il tracciato del canale Cavour di 82 chilometri, fatto costruire a metà dell’Ottocento dal Conte Camillo Benso di Cavour e che
compie 150 anni. Sono previste visite alle principali opere idrauliche che attraversano fiumi come la Sesia e la Dora Baltea, e a città come Novara, Vercelli, Chivasso, con le loro bellezze architettoniche, oltre ai luoghi della principale risorsa economica costituita dal riso. Ideatori dell’iniziativa sono il Parco del Po e Collina Torinese, il Parco del Ticino e Lago Maggiore, Associazione di irrigazione Ovest di Vercelli, Associazione di irrigazione Est Sesia di
Novara, alleati Consorzio Est Ticino Villoresi di Milano, parco Ticino
Lombardo e Fiab. Accompagnati da guide della Federazione Italiana Amici della bicicletta, la partenza sarà il 2 giugno dal Castello Visconteo di Milano per giungere il 5 giugno a Torino con parata in via Roma, in occasione della giornata dell’ambiente e del Green Week, e conclusione al giardino Sambuy in piazza san Carlo Felice. Il viaggio sulla due ruote prevede 12 visite guidate e circa 229 chilometri di percorso. Esplorando è nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di un itinerario completamente ciclabile; grazie al recentissimo intervento della Regione Piemonte sono stati stanziati 2 milioni di euro per avviare l'importante ciclovia del Canale Cavour che collegherà Torino a Milano lungo una via a bassa velocità nel quadro delle azioni a basso turismo
sostenibile.



lunedì 23 maggio 2016

Scuola di trek a Montisola

Si giunge a Sulzane, sul lago d'Iseo, con un cielo plumbeo che rende cupa l’atmosfera che aleggia intorno all’imbarcadero e sulla superficie lacustre. Ancora assonnati, traghettiamo sull’isola a Peschiera Maraglio,
poco convinti della necessità di esplorare un luogo, che a giudicare dall’espressione corrucciata degli abitanti, appare poco ospitale. Forse ciò che spaventa è l’invasione perpetrata da una settantina di preadolescenti scortati da otto accompagnatori a cui non sembra mancare, oltre al numero canonico, il piglio convinto di eroici Cavalieri della Tavola Rotonda. Si prosegue l’intento di avvicinare i discenti di alcune scuole del centro storico di Milano alla fruizione della montagna come luogo intriso di significati per la bellezza che la connota e per i valori sottesi alla pratica del camminare. A supportarci ci sono guide dell’Associazione “La montagna incantata”che illustrano dettagliatamente caratteristiche del paesaggio e della vegetazione presente.Oltrepassiamo la chiesa di S.Michele del XVII sec e ci inerpichiamo su un percorso che si snoda in un fitto bosco emulando dei novelli Indiana Jones. Si intravvedono scorci incantevoli 
dell’Isola di San Paolo, di proprietà privata,  che ospitava un convento che fu raso al suolo nel 1700, venne abitata da pescatori, monaci e nobili. Si giunge a Carzano, antico borgo di pescatori e di fabbricanti di reti, con case antichissime, ben conservate. A poca distanza dalla chiesa di S.Giovanni Battista, si può osservare l’isola di Loreto, sulla quale nel 1.400 venne costruito un convento per le suore di S.Chiara; vi è un bel castello neogotico con un parco di conifere e il grazioso porticciolo.
Apprestandosi l’ora della libagione, ci viene detto che a Montisola viene prodotto un olio di oliva extravergine molto pregiato e si conservano delle ottime sardine da lago. Dopo un paio di ore di cammino, fra selfie e pettegolezzi non sempre consoni alla solennità del luogo, giungiamo al Santuario della Ceriola
Qui, si dà uno sguardo fugace al panorama spettacolare, purtroppo velato da una fastidiosa foschia, e all’interno della chiesa dove sono conservati numerosi ex voto. Ma è una parentesi poiché quello che sembrava più interessare è il sapore delle proprie vettovaglie divorate alla stregua di soldati dopo giornate di perpetrate privazioni.La pausa è breve poiché occorre ridiscendere su un lungo sentiero costellato di cappellette votive che paiono essere poste per segnare la Via Crucis degli accompagnatori di quello strano gruppo di settanta ragazzini milanesi che nemmeno si degnano di incrociare lo 
sguardo di un altro manipolo, più numeroso di coetanei, iscritti al CAI che ci guizza dinanzi con l’agilità propria di stambecchi. Arriviamo al Museo della Rete dove ci vengono illustrate le tecniche di pesca e di fabbricazione degli strumenti utilizzati in un pittoresco ambiente costellato di interessanti fonti iconografiche e ci viene fatto visitare anche la piccola azienda al piano superiore per la moderna produzione di reti di ogni sorta. Viene concesso di fare l’acquisto di un’amaca low cost che ognuno si porta arrotolata sulla spalla come un glorioso trofeo di guerra e ci si reca all’imbarcadero dove il battello ci riporterà a 
Sulzane e al nostri pullman per il rientro. Lo sguardo è ancora assorto sull’incantevole panorama, teso ancora a rapire degli effluvi che si sprigionano da un ambiente di incontaminata bellezza che ci riscalderà i cuori nelle giornate di prolungato grigiore cittadino.
                                                                                                 
            Giuseppina Serafino

sabato 21 maggio 2016

Cosmobike show 2016

Collaborare per rendere il nostro Paese a “misura” di bici è uno degli obiettivi di CosmoBike Show, la Fiera internazionale della bicicletta che si terrà, dal 16 al 19 settembre 2016, in Fiera a Verona. Fino ad oggi sono già 300 le aziende che hanno confermato l’adesione ad un intero progetto che lo scorso anno, alla sua prima
edizione, ha visto la partecipazione di 50 mila visitatori. Verrà riproposto StartCosmoBike Show: l’area dedicata a tutte le imprese del mondo bici, di recente costituzione, che hanno realizzato prodotti o servizi fortemente innovativi a servizio del ciclcista o della ciclabilità. L’Italian Green Road Award, istituito in collaborazione con il Magazine Viaggi inbici, è il premio che valorizza tutte le forme di turismo sostenibile e che avrà come main sponsor un colosso come Bosch eBike System. Vuole essere un focus sulle potenzialità di sviluppo offerte dal cicloturismo, promuovendo meravigliosi percorsi ciclabili, ancora poco conosciuti, in tante regioni italiane. Sarà un modo per farli conoscere al grande pubblico, oltre che l’occasione per premiare l’impegno delle Amministrazioni locali nel ripristino di tanti percorsi come ad esempio le vecchie ferrovie riadattate a strade ciclabili. Il 
cicloturismo rappresenta il 31 % dell’attività turistica italiana e il 12 % del PIL; il 61% circa è costituito da turisti stranieri, il restante da turismo interno. La collaborazione con CosmoBike Show dimostra l’impegno di Bosch a favore della mobilità alternativa e del turismo sostenibile, per cui la bicicletta a pedalata assitita rappresenta un importante strumento. Un percorso intrapreso da anni e confermato con l’ideazione di progetti speciali come l’importante partnership siglata con La Valgardena. Barbara Degani,  Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, ha dichiarato:“La bicicletta sta diventando un 
vero e proprio simbolo di una cultura che sta cambiando e che va sempre più nella direzione del rispetto dell’ambiente e di uno stile di vita sano. Molte città italiane stanno presentando progetti che vedono protagonista la bicicletta come bike to work o che mirano a diminuire il traffico, legato alle scuole, come”Bicibus o pedibus”, dimostrando una grande maturità degli amministratori e degli italiani che hanno deciso di utilizzare sempre più la bicicletta”.
                                                                                                                                                                            Giuseppina Serafino

mercoledì 18 maggio 2016

Camogli e il Festival della Comunicazione

Da giovedì 8 a domenica 11 settembre tornerà a Camogli il Festival della Comunicazione. La manifestazione, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, a organizzarla è il Comune di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria. Si susseguiranno incontri, laboratori, spettacoli, mostre ed escursioni con oltre 120 ospiti provenienti dal mondo della comunicazione, della letteratura, della scienza, delle imprese, della medicina e della psicologia, dell’arte, dei social network, del diritto, della filosofia. Il macrotema individuato

RITRATTO_ECOumberto
per questa terza edizione da Umberto Eco: il world wide web. Gli ospiti del Festival discuteranno le opportunità e le potenzialità di questo straordinario strumento, immaginando gli scenari futuri e le vie da percorrere. Per la prima volta verrà consegnato il premio Comunicazione, per celebrare una personalità che si sia distinta nel mondo della cultura: Roberto Benigni, ha accettato con grande piacere e verrà personalmente a ritirarlo.Verrà inaugurata la mostra di Tullio Pericoli “Quanti ritratti, caro Umberto”, aperta fino ai primi di
dicembre. in esposizione ci saranno i disegni, gli schizzi, gli scambi di ritratti e di lettere, in cui, nel corso di una lunga amicizia, l’artista ha raffigurato il grande semiologo, ispiratore del Festival fin dall’inizio. Tornano le escursioni alla scoperta del patrimonio naturale dell’Area Marina Protetta del promontorio e del Monte di Portofino. Oltre alla consueta uscita in mare aperto, ci sarà la possibilità di partecipare a un giro in barca in notturna per osservare il cielo stellato dall’oscurità di Cala dell’Oro. Da segnalare in particolare è la passeggiata filosofica”E il mare chiacchiera: Linguaggio della natura e meraviglia filosofica” con la psicologa-filosofa Andrèe Bella, una gita serale alle Batterie che porterà a studiare da vicino il mondo dei pipistrelli.
Il Festival della Comunicazione è organizzato in collaborazione con l’Istituto Italiano di tecnologia di Genova, l’Ente parco Portofino e l’Area marina Protetta di Portofino, il Talent garden di Genova, l’Università degli studi di Genova, il Gruppo editoriale Mauri Spagnol, FME Education. La grande risonanza dell’evento è assicurata dalla media partnership con la Rai, TGR; RAI; Cultura, RAI News, La Repubblica, La Stampa, IL Secolo XIX; Twitter Italia, Facebook Italia, Wired. Illibraio.it

                   
Giuseppina Serafino

domenica 15 maggio 2016

Fra cascine e mulini del Lambro

In occasione di Green City è stata proposta una biciclettata alla scoperta di cascine e mulini del Lambro, organizzata dall’Associazione MIA (Milano Informata e Attiva che pubblica il giornale online z3xmi.it ) con il Lab.PaRID del Politecnico di Milano. La partenza è avvenuta dalla Cascina Biblioteca in via Casoria,
struttura nata dalla fusione di due storiche cooperative milanesi “Viridalia” e Il Fontanile”, che hanno operato per oltre 15 anni a favore di persone con disabilità e fragilità diverse. Essa compare nel Catasto Teresiano che risale al 1754, il nome deriva dal fatto che era proprietà della Biblioteca Ambrosiana al quale il Cardinal Federico Borromeo l’aveva donata. Thomas, una delle guide della 
suggestiva pedalata, ha dichiarato: “Abituati a vivere una vita in orario non ci accorgiamo che il tempo è un imbroglio, esiste solo lo spazio. San Gregorio è il luogo al quale apparteniamo; dal mulino del dosso all’Acquabella. Siamo stati una grangia, la più grande di Milano, 800 anni fa, poi comune autonomo, quando gli Austriaci crearono i corpi santi per indebolire la città, sottraendole il contado. In mezzo è passata la Storia, storia alta di signori e storia bassa di villani". Il Parco 
Lambro è racchiuso tra i quartieri Rottole, Cimiano e Feltre, confina con i Comuni di Vimodrone e Segrate.Fu realizzato nel 1936 su progetto dell’architetto Enrico Casiraghi, con l’obiettivo di preservare il paesaggio lombardo, sfruttando sia la rigogliosa vegetazione spontanea, sia  la risorsa idrica dell’omonimo fiume, con le sue rogge e fontanili. Solo due di questi sono ancora in funzione: la roggia Isola, una deviazione del fiume che nasce in via Licata, all’altezza della Capannina e rientra nel fiume Lambro, e la roggia Molina o Molinara, una seconda deviazione che serviva ad alimentare i due mulini che esistevano nella zona. Vi si trovano altre quattro cascine di cui solo una ha mantenuto caratteristiche originali: Cascina S.Gregorio Vecchio, in viale Turchia, presso la quale sorgono nuclei abitativi, stalle e fienili, attorno ad un’ampia corte 
quadrata (verrà inaugurata nel 2017). La Cascina Mulino Torrette, in via Marotta,  è stata completamente ristrutturata, esistono ancora le due ruote a pale e le macine del mulino; è sede dell’associazione 
Exodus per il recupero dei tossicodipendenti. Cascina Cassinetta San Gregorio, sempre in via Marotta, è costituita da due fabbricati del tutto restaurati e la Cascina Mulino san Gregorio, in via Van Gogh, vi sono le GEV(Guardie ecologiche volontarie). Durante la passeggiata, una gustosa risottata, a cura di Vivilambrate, ha ritemprato gli animi dei partecipanti  alla pedalata, storica sia per le reminiscenze accostate, che per l’intensa calura estiva avvertita.Il Gruppo Vivilambrate, nato nel 2014, è formato da 13 diverse realtà e si avvale del patrocinio del Consiglio di zona 3, oltre a un sistema autofinanziato. Promuove la riqualificazione degli spazi pubblici e privati del territorio, dal cuore storico della Lambrate di via Conte Rosso e piazza Rimembrate, sino alle aree ex industriali del polo Ventura/Lambrate, che rappresentano un grande patrimonio poco valorizzato per i cittadini. Encomiabili queste iniziative aggreganti, sia pur sporadiche, tese alla riscoperta di luoghi densi di suggestioni dal punto di vista culturale ed ambientalistico che restituiscono valori di inestimabile bellezza.

          Giuseppina Serafino